[edgtf_blockquote text="Morbidezza e delicatezza si uniscono su uno strato dolce di pan di Spagna. Deliziosi bocconcini da mangiare sia dopo un buon pranzo e sia in una sana merenda." title_tag="h2" width=""]...

[edgtf_blockquote text="La mousse ai tre cioccolati è una cosa eccezionale, una vera goduria! E’ composta da tre strati di cioccolato (fondente, al latte e bianco) con una base più solida, la marquise." title_tag="h2" width=""]...

[edgtf_blockquote text="Tartellette Mignon con cioccolato, panna fresca,cacao amaro e mandorle tritate finemente. La pasticceria mignon è una parte del mondo dei dolci che mi attira di più." title_tag="h2" width=""]...

[edgtf_blockquote text="Un dolce cremoso con cioccolato bianco, senza cottura. Il suo sapore ricorda i famosi cioccolatini RAFFAELLO. Un dolce fresco e delizioso, con l’aggiunta di panna montata nell’impasto che lo rende ancora più goloso." title_tag="h2" width=""]...

[edgtf_blockquote text="Piccoli gusci di friabile pasta frolla, ripieni di crema pasticcera e decorati con frutta fresca di stagione: freschi e colorati, i cestini di frutta sono di gran effetto e sempre graditi!" title_tag="h2" width=""]...

[edgtf_blockquote text="Le tartellette alla frutta sono dei cestini di frolla ripiena di crema pasticcera buoni e golosi. Sono ideali come dessert di un bel pranzo della domenica. Ma sono talmente buone che sono perfette per ogni occasione speciale, come un matrimonio, un battesimo, una comunione...

[edgtf_blockquote text="Che siano ricce o frolle poco importa. Le sfogliatelle sono dolci in grado di concedere piccole pause di piacere anche ai palati più esigenti e golosi. Ormai diffuse in tutta Italia con moltissime varianti." title_tag="h2" width=""]...

[edgtf_blockquote text="L’eclair, è un altro mignon a base di pasta choux, che deve al pasticcere Marie-Antoine Carême (1784-1833) la ricetta originale. In francese significa propriamente “lampo” e per lungo tempo fu così diffuso da diventare sinonimo di pasticcino in senso lato." title_tag="h2" width=""]...

[edgtf_blockquote text="Pur essendo simbolo stesso della pasticceria napoletana, ha un’origine polacca. Fu probabilmente il sovrano Stanislao Leszczyński a inventarne la ricetta, chiamata babka ponczowa, poi perfezionata dagli chef francesi." title_tag="h2" width=""]...

[edgtf_blockquote text="Cicerone lo descriveva come un “tubo farinaceo ripieno di un cibo dolcissimo”. La ricetta attuale è frutto della lavorazione dei pasticceri palermitani, che lo perfezionarono fino ad ottenere una cialda fritta arrotolata farcita con ricotta pecorina e accompagnata da canditi, cioccolato e cannella." title_tag="h2"...